Pizzoccheri e pizza, scommessa vinta

Da Napoli a Bormio, lo chef Borruso racconta la sua “ricetta” per il successo nella ristorazione in Valle. Farine bio, grano antico e attenzione al territorio gli ingredienti che fanno dell’Umami Bistrot un locale cult.

Un napoletano a Bormio. Antonio Borruso è un nome noto nel mondo della cucina valtellinese. Tra una nevicata e una partita degli azzurri del suo Napoli di cui è tifosissimo, ha deciso di rimanere in Valtellina, anche se le sirene provenienti da fuori provincia non sono mancate, soprattutto quando è terminata l’esperienza del ristorante stellato Umami alla fine dell’inverno 2017. «La mia è stata una scelta di vita, rimanere in Valtellina per la mia famiglia, io e mia moglie abbiamo fatto nascere qui i nostri tre bambini e devo dire che si sta benissimo. Ho ricevuto molte offerte, da Milano alla Toscana, ma ho scelto di stare qui perché si vive benissimo e ringrazio sempre la Valtellina perché mi ha dato tanto sia come cuoco che come uomo».

leggi tutto l'articolo de LA Provincia http://bit.ly/2DYkEMR