Da Napoli a Bormio, lo chef Borruso racconta la sua “ricetta” per il successo nella ristorazione in Valle. Farine bio, grano antico e attenzione al territorio gli ingredienti che fanno dell’Umami Bistrot un locale cult.

Un napoletano a Bormio. Antonio Borruso è un nome noto nel mondo della cucina valtellinese. Tra una nevicata e una partita degli azzurri del suo Napoli di cui è tifosissimo, ha deciso di rimanere in Valtellina, anche se le sirene provenienti da fuori provincia non sono mancate, soprattutto quando è terminata l’esperienza del ristorante stellato Umami alla fine dell’inverno 2017. «La mia è stata una scelta di vita, rimanere in Valtellina per la mia famiglia, io e mia moglie abbiamo fatto nascere qui i nostri tre bambini e devo dire che si sta benissimo. Ho ricevuto molte offerte, da Milano alla Toscana, ma ho scelto di stare qui perché si vive benissimo e ringrazio sempre la Valtellina perché mi ha dato tanto sia come cuoco che come uomo».

leggi tutto l'articolo de LA Provincia http://bit.ly/2DYkEMR

 

Dai primi di Giugno cambia il giorno di chiusura di Umami Bistrot. D'ora in poi saremo aperti tutti i lunedì e ci concederemo una giornata di meritato riposo il martedì di ogni settimana. Vi aspettiamo!

Dopo 3 anni di vita e attività a Bormio sento di aver raggiunto gli obiettivi che mi ero posto. Sono orgoglioso di aver fatto qualcosa di importante per me stesso e per il mio lavoro e, senza correre il rischio di sembrare presuntuoso, anche per questo splendido paese che è Bormio. Nel mio piccolo, con passione e dedizione, ho sostenuto questa realtà di montagna contribuendo a farla conoscere a numerose persone anche attraverso la mia cucina. 

C’è aria di primavera in casa Borruso. Impensabile non festeggiare l’arrivo della bella stagione senza un nuovo e gustosissimo menù. Come sempre massima attenzione agli ingredienti di qualità e dunque alla stagionalità. E’ il caso, per esempio, della nuova pizza con asparagi.  Fa il suo trionfale ingresso anche uno dei cavalli di battaglia dello chef stellato, ovvero il Pizzocchero Sferico.